My little sponge cakes. Un dolce misfatto alle mandorle

20150114_003252_LLS

Ecco, quando vuoi strafare, c’è sempre in agguato il misfatto. Tutto è cominciato dalla voglia di risotto. E, dunque, dalla necessità di brodo. Niente problema, anche se hai fretta. Sei una brava massaia. C’è sicuramente quella scatolina in freezer di brodo congelato che aspetta. Basta metterla in frigo qualche ora prima e sarà pronta al momento giusto. Ma al momento giusto vien fuori che non era brodo (ahi, il vizio di cacciar in freezer senza etichetta, tanto poi mi ricordo). Erano chiare d’uovo… Che ci fo? Chiaro, in fretta e furia si possono fare le meringhe, tanto cuociono da sole e ho la ricetta di Dario Bressanini. Non sarà troppo semplice e noioso? Massì, proviamo, in fretta e furia, qualcosa di nuovo. E perché non queste meringhe sarde che prevedono la farina di mandorle oltre allo zucchero. Ne ho giusto un bel sacco nell’armadio… Ecco, sbatto sbatto in fretta e furia (senza precauzioni tipo contenitore in metallo, gradualità nell’aggiunta degli ingredienti ecc. ecc.) E le povere, strapazzate, chiare non montano, bianche sono bianche (anzi no, le mandorle danno un tocco leggero di beige), ma rimangono desolatamente liquide. Che ci fo? Per la seconda volta mi chiedo al secondo misfatto culinario della serata. E adesso è tardi e comincio a essere innervosita. Così sono venuti fuori questi serendipitici dolcetti, spugnosi, mandorlati, niente male. Molto dolci, sì (mangiateli con tè non zuccherato), ma pochissimo grassi. Li rifarò anche senza misfatto: sono un ottimo sistema per utilizzare gli albumi, se per esempio si fa una crème brulée…

Ingredienti

4 albumi

1 uovo

100 gr di farina

100 gr di farina di mandorle

50 gr. olio di semi

1 cucchiaio di lievito per dolci

1 cucchiaio di succo di limone (biologico) e un po’ di scorza

Sbatto tutto nel mixer energicamente (chissà a montare davvero le chiare d’uovo forse verranno meglio). Metto negli stampini di silicone leggermente unti e cuocio per 25-30 minuti nel forno già riscaldato a 170°. Sforno, lascio raffreddare e, voilà, son pronti.

Related posts:

1 Response to “My little sponge cakes. Un dolce misfatto alle mandorle”


  • Accidenti! Per essere che è un doppio misfatto hanno proprio un bell’aspetto!!!! Comunque anch’io a volte ho il problema di usare gli albumi. Non più!!!:-)

Leave a Reply to Lucina