Piattone in crosta

Una ricetta già postata nell’altro blog, ma la primavera sta arrivando e non posso lasciarmi sfuggire questo ultimo sprazzo di fresco e non proporre questo piatto cult della mia famiglia. L’altro giorno ho cucinato il piattone in crosta di sale. Piatto mitico per noi, perché è a base di formaggio (che ci piace tanto) e sembra fatto apposta per essere mangiato insieme chiacchierando, come la fondue, la raclette ecc. Un altro motivo dell’alto carico di affettività mosso da questo piatto è che la ricetta è di Gabriella, da sempre mio punto di riferimento culinario e non solo (!).  Come la raclette si abbina a patate bollite o al vapore (ben spazzolate e servite con la buccia) e sottaceti, soprattutto croccanti cetriolini. Se non si trova il piattone, perché si vive lontano dalla Lombardia, si può provare a sostituirlo con qualche toma o con una formaggella a pasta molle con una leggere crosta bianca.

Ecco la ricetta per 4 persone

1 piattone intero (circa 600 gr)
300 gr di farina
1 kg di sale grosso
erbe (salvia, santoreggia, rosmarino), bacche di ginebro
3 albumi
130 gr di acqua
almeno 8 patate grosse ben lavate e con la buccia spazzolata con la paglietta

In una grossa ciotola impasto la farina con il sale, gli albumi, le erbe, il ginepro e l’acqua. Aiutandomi con il mattarello stendo la pasta ottenuta in due cerchi un po’ più grandi del piattone. Su uno adagio il piattone  e con l’altro lo ricopro bene di pasta. Mi assicuro che i bordi siamo ben sigillati e inforno a 170° per 40 minuti. Cuocio intanto le patate a vapore.
Servo ben caldo portando in tavola e incidendo una sorta di calotta da cui ognuno pescherà con un suo cucchiaio, condendo le patate (non andrebbero sbucciate, si può mangiare tutto) e accompagnando con cetriolini e sottolio vari.
Ed è ecco il piattone bell’e mangiato:

Related posts:

9 Responses to “Piattone in crosta”


  • Sbaglio sbaglio o perdete i colpi voi??
    Sempre meno commenti…
    Comunque perché questa ricetta?? Che senso ha?
    Sia tu che Lucina la conoscete già, ricordo che l’avevi fatto pure lassù in Inghilterra
    Comunque è sempre buono il piattone
    Bacio

  • Ehi polemicona, è una ricetta particolare che non voglio perdere e va conservata. E i commenti? Pochi soprattutto in mezzo alla settimana (c’è chi lavora :) ma i lettori sempre affezionati 20-25 al giorno costanti. Non è poco per una new entry. E Manzoni quanti ne aveva? 27?

  • Ma che ne so??? comunque le lasagne quando me le mandi?

  • Ops me le avevi già mandate 😀

  • I am going to struggle with this one! Definitely no piattoni in the UK! I wonder if I could use Camembert . What do you think?
    Laura: giù la crestina! :-)

  • @ Laura i lettori del Manzoni erano venticinque. O meglio era lui che faceva il modesto :)

    @ Lucina. Proprio così, anch’io ho pensato al camembert, ma dovrebbe essere un po’ fresco e non molto stagionato.

  • Scusate la mia ignoranza,ma cos’e’ il piattone?!?

  • Ciao Stefania! Il piattone è un formaggio della Valtellina, rotondo con una crosticina bianca. Lo vendono nei nostri supermarket spesso già porzionato a metà o un quarto.Il problema, infatti, è chiederlo intero. Da noi in Brianza si trova davvero facilmente. Anch’io non ci avevo mai fatto caso prima di usarlo per questa ricetta.

  • Grazie!ci faro’ caso e magari mi cimento anche!….buona domenica!

Leave a Reply to Laura